Brigante se more

Ammu pusato chitarr’e tammure
pecchè ‘sta musica s’adda cangià
simmo briganti e facimmo paura
e c’a scuppetta vulimmo cantà
e c’a scuppetta vulimmo cantà

E mo’ cantammo ‘na nova canzone
tutta la gente se l’adda ‘mbarà
nu cumbattemmo pu’ re borbone
‘a terra è a nosta e nun s’adda tuccà
‘a terra è a nosta e nun s’adda tuccà

Tutt’e paisi d’a Basilicata
si so scitati e ‘mo vonno luttà
pur’a Calabbria mò s’è ‘rivuttata
e stu nimico ‘o facimmo tremà
e stu nimico ‘o facimmo tremà

Chi ha visto ‘u lupu s’è miso paura
nun sape bbuono qual’è ‘a verità
‘u vero lupu ca magna ‘e criature
è ‘o piemuntese e l’avimma caccià
è ‘o piemuntese e l’avimma caccià

Femmene belle ca’ rate lu core
si lu brigante vuliti salvà
nunn’o cercate, scurdatev ‘o nomme
che ce fa a guerra nun tene pietà
che ce fa a guerra nun tene pietà

Omme s’ nasce, brigant’ se more
ma fin’ all’ultima avimm’a sparà
e si murimo menate nu sciore
e ‘na preghiera pe’ ‘sta libertà
e ‘na preghiera pe’ ‘sta libertà

Donare è una forma di amare. Se ti piace il nostro lavoro, considera la possibilità di fare una piccola donazione.

Precedente Bella ciao Successivo Una storia d'amore